Top

Nessuna spam, solo il meglio dal mondo Flos e del design, te lo promettiamo.

Filtra per designer
Tutti,
Filtra per famiglia
Tutti,
stories-talking-to-the-universe-flos-00b

Talk to the universe con Sophie Usunier e Flos

Flos è friendly endorsing #TalkingToTheUniverse, un progetto di arte poetica che sembra un gioco. L’artista visiva Sophie Usunier invita le persone a sillabare i propri sentimenti, trasformando le parole in luce secondo il codice Morse. Giochiamo con la luce e facciamo parlare la nostra lampada preferita: l’unico limite è la nostra immaginazione

Creative Production Company C41
Friendly endorsed by Flos
Artist Sophie Usunier
Executive Producer Barbara Guieu
Creative Producer Alessandro De Agostini
Creative Director Leone Balduzzi
Art Project Coordinator Rossana Ciocca #artcitylab
Music Gianluca Di Ienno “Pianologues” ©️ MU74 – 2020
Directors Leone, Massimiliano Bomba, Iacopo Carapelli, Luca A. Caizzi and Francesca Pavoni, Beatrice Lebrun, Vittoria Elena Simone

Il codice Morse è una forma ante litteram di comunicazione digitale. Un linguaggio fatto di punti, linee e pause.
“E se trasformassimo le nostre parole in luce?”
– Sophie Usunier

Sophie Usunier con #TalkingToTheUniverse ci stimola ad essere parte di un’idea, attraverso una chiamata libera e sincera l’artista ci invita a prendere parte a questa conversazione, iniziata simbolicamente da Flos, un brand che con la luce ha costruito la sua storia, e che aderisce ad un’iniziativa volta a supportare creatività, cultura e vicinanza sociale.

stories-talking-to-the-universe-flos-02b
stories-talking-to-the-universe-flos-03

#TalkingToTheUniverse ci porta a riflettere su questo tempo e momento storico, iniziato nel Marzo del 2020 in cui il mondo si è trovato ad affrontare una pandemia la cui prima cura è l’isolamento dell’uomo stesso. Un momento di stallo, dove il mondo si ritrova confinato in casa. Un confinamento fisico, spaziale, sociale ed emotivo. Partendo da questo, l’artista francese individua un metodo per continuare ad esprimersi e comunicare con gli altri.

stories-talking-to-the-universe-flos-04

#TalkingToTheUniverse è un gioco in famiglia, che si può diffondere ai vicini o ai balconi di fronte: un momento di socializzazione e di divertimento per tornare a dialogare con il mondo esterno, con
i nostri vicini, i passanti e i nostri familiari. Serve solo una lampada e l’alfabeto internazionale del codice Morse.

 

stories-talking-to-the-universe-flos-09
stories-talking-to-the-universe-flos-06

È un gioco pensato per far divertire i bambini, facendogli scoprire la forza e l’importanza della luce e dell’alfabeto Morse. È un gioco anche per gli adulti, che gli permette di riscoprire l’enfant che è in loro. Si possono inventare tutte le frasi possibili e diffondere parole gioiose, parole d’amore, parole coraggiose, di gioia e anche parole per chi non c’è più. Possiamo urlare al mondo con tutta l’energia della luce quello che abbiamo dentro di noi.

stories-talking-to-the-universe-flos-07

È un modo semplice per stare in casa ma allo stesso tempo uscire e diffondere magia e creatività.

Il codice Morse utilizza cinque stati: punto (•), linea (—), intervallo breve (tra punti e linee che formano una stessa lettera), intervallo medio (tra lettere) e intervallo lungo (tra parole).

Una linea è uguale a tre punti (lasciare accesa la luce contando 3 punti a mente).
Lo spazio in una stessa lettera è di un punto.
Lo spazio tra ogni lettera è di 3 punti.
Lo spazio tra due parole è di 7 punti.

stories-talking-to-the-universe-flos-08

Quando arriva la notte nelle nostre case, le luci si accendono e parlano, cantano, raccontandoci silenziosamente attraverso un ritmo magico e delicato le parole dell’altro.

Creative Production Company C41
Friendly endorsed by Flos
Artist Sophie Usunier
Executive Producer Barbara Guieu
Creative Producer Alessandro De Agostini
Creative Director Leone Balduzzi
Art Project Coordinator Rossana Ciocca #artcitylab
Music Gianluca Di Ienno “Pianologues” ©️ MU74 – 2020
Directors Leone, Massimiliano Bomba, Iacopo Carapelli, Luca A. Caizzi and Francesca Pavoni, Beatrice Lebrun, Vittoria Elena Simone