Top

Responsabilità Aziendale

Grazie al costante e progressivo consolidamento del design e dell’architettura e alla totale apertura al settore dell’illuminazione per esterni, il 2016 è stato un anno di conferme e crescita significativa per Flos, considerando anche il contesto dinamico che ci ritroviamo ad affrontare.

Le tecnologie in continuo cambiamento stanno trasformando il settore dell’illuminazione giorno dopo giorno: è ormai indiscutibile che le fonti di illuminazione a LED stiano lasciando il posto a una nuova sfida rappresentata dalla diffusione dell’Internet delle Cose (IoT). Il sistema Smart Control costituisce il nostro primo passo in questo scenario in evoluzione: presentato per la prima volta nel 2016 in occasione della fiera Light + Building, permette di controllare da remoto posizione, orientamento e intensità di una lampada. La diffusione dei sistemi di controllo remoto influirà profondamente sulla nostra vita professionale e personale, ma la strada verso una transizione completa e un totale cambiamento è ancora lunga. In questo contesto, crediamo fermamente nell’importanza dei sistemi di illuminazione e delle lampade, in quanto sono oggetti con cui interagiamo per buona parte del nostro tempo: per questo motivo, non vogliamo concentrarci esclusivamente sul design dell’illuminazione, ma anche sul design in sé e sulla qualità della luce. In questo modo, potremo cambiare, crescere e innovare senza tradire la natura, la tradizione e l’identità che ci contraddistinguono da sempre come azienda di design.

Tuttavia, siamo consapevoli che al giorno d’oggi la nostra evoluzione e la nostra crescita non possano prescindere da un impegno volto a valutare e ridurre il nostro impatto sociale e ambientale lungo la catena di valore. Nel 2015 abbiamo aderito all’iniziativa UNGC (United Nation Global Compact), cominciando a raccogliere e monitorare dati e informazioni per il nostro primo Rapporto sulla Sostenibilità. Questo percorso ci ha permesso di migliorare in maniera significativa la consapevolezza interna rispetto alle questioni legate alla sostenibilità e di individuare le principali aree di sviluppo, che rappresentano il punto di partenza per definire obiettivi ragionevoli nel breve e medio termine.

Di conseguenza, il nostro secondo Rapporto sulla Sostenibilità diventa un documento più completo e rappresentativo per comunicare i risultati raggiunti oltre alle aree di sostenibilità e alle questioni su cui ci stiamo concentrando. Inoltre, diventa uno strumento per trasmettere agli stakeholder il nostro impegno nei confronti dei dieci principi del Global Compact per quanto riguarda diritti umani, manodopera, ambiente e lotta alla corruzione, il modo in cui integriamo questi principi tutti i giorni nella nostra cultura aziendale e il risultato di questo impegno.

Considerando la complessità e il graduale sviluppo dell’industria dell’illuminazione, le crescenti pressioni per la sostenibilità, l’evoluzione del nostro portafoglio di prodotti e la coesistenza di diverse collezioni, per noi diventa fondamentale conservare una forte identità aziendale, sia internamente che esternamente, per rivolgerci ai mercati come un marchio unico. Tutto questo sarà possibile grazie a un forte legame con la tradizione, basato sul binomio “arte e design” e “artigianalità e industria”, alla nostra volontà di innovare e alla nostra concezione della luce come elemento per esprimere nuove idee e illuminare emozioni inesplorate. SCARICA IL RAPPORTO COMPLETO

Piero Gandini – CEO