Top

Nessuna spam, solo il meglio dal mondo Flos e del design, te lo promettiamo.

Filtra per designer
Tutti,
Filtra per famiglia
Tutti,
stories-flos-stories-alone-with-ourselves-00

Vincent Van Duysen. Soli con noi stessi

Vincent Van Duysen è un architetto e designer belga che vive ad Anversa. Il suo lavoro, riconosciuto per la sua essenziale semplicità, va dall’interior design di residenze private, alla progettazione di hotel, fino al design di arredi e sistemi di illuminazione. Van Duysen ha scattato le foto (a destra) questa primavera, mentre si trovava a casa in quarantena con i suoi tre cani, Gaston, Pablo e Loulou

Designer Vincent Van Duysen
Place Antwerp
Photography Vincent Van Duysen
From Flos Stories Issue 1

La nostra esistenza ha subito un’improvvisa frenata. I recenti eventi globali rappresentano un campanello d’allarme assordante. Le nostre vite, un tempo caratterizzate dall’interazione con gli altri, ora le trascorriamo in isolamento, in una sorta di convivenza forzata con noi stessi. Ma le restrizioni non sono sempre solo dannose. Hanno anche un lato positivo. Questo è il momento per riconnettersi con il proprio “io” interiore, per fare i conti con noi stessi, come in un culmine
di consapevolezza.

stories-flos-stories-alone-with-ourselves-01

Questo nuovo percorso verso l’introspezione inizia con il riconoscere e l’ammettere che il nostro modus vivendi precedente, i nostri rituali di lavoro, la nostra corsa disordinata da un luogo all’altro del pianeta, non sono più sostenibili. Quando il pianeta tornerà alla normalità, noi abitanti della Terra dovremo riconsiderare la nostra
nuova normalità.
Non credo che torneremo beatamente alla nostra vita di prima. Prendiamo coloro che di solito sfrecciano per il mondo, che cercano sistematicamente la felicità altrove, precipitosi e irrequieti. Continueranno a farlo? Oppure molti di loro condurranno vite più lente e consapevoli? Rimarranno più vicini a casa e, ad esempio, daranno molto più valore ai propri cari, al proprio ambiente, alla propria abitazione? Penso che sceglieranno la seconda alternativa.

Io sono una persona piuttosto irrequieta. Ma, nonostante la velocità con la quale conviviamo oggi, sento il forte bisogno di calma visiva e di purificazione catartica. In questi giorni trovo quel tipo di calma nella natura, che compare in quasi tutti i miei progetti. Nel cuore di Anversa, quasi non mi sembra di vivere in città. Ho un cortile interno, un magnifico giardino, uno specchio d’acqua: tutti gli elementi essenziali della natura. Così sono diventato una specie di eremita in casa mia. Esco di rado, se non per brevi passeggiate con i miei cani.

stories-flos-stories-alone-with-ourselves-02

A casa con me stesso, cerco di essere come una spugna. Tutto mi può potenzialmente ispirare: un documentario su YouTube, un’immagine di qualcuno che seguo su Instagram, un libro, un’opera d’arte. Passa tutto attraverso il filtro della mia empatia e della mia immaginazione. È così che creo. Ma a dire la verità, raggiungo il massimo della creatività quando sono circondato dalle persone, quindi l’interazione con il mio team è fondamentale. Anche ora che non possiamo vederci di persona (o che possiamo farlo solo di rado), abbiamo l’abitudine di fare dei meeting quotidiani. Come in quasi tutto il resto del mondo, abbiamo trovato nuovi modi di collaborare.

stories-flos-stories-alone-with-ourselves-03

Nel mio caso, la meditazione è la forma più alta di introspezione, e la mia casa è il mio tempio. È un posto quasi sacro in cui trovo l’equilibrio tra mente e corpo, canalizzando l’energia creativa e, allo stesso tempo, scacciando via la negatività. Qui il tempo rimane sospeso. I miei pensieri fluiscono. Mi lascio guidare. A un certo punto, sia il corpo che la mente entrano in uno stato di profonda quiete. Proprio adesso, la nostra casa può diventare l’antidoto a questa situazione surreale. È il luogo in cui ci circondiamo di fonti di ispirazione dall’arte, dalla bellezza o da altri individui. È dove svolgiamo in sicurezza i rituali quotidiani che ci portano al di là del presente, in una nuova realtà, insieme.

Designer Vincent Van Duysen
Place Antwerp
Photography Vincent Van Duysen
From Flos Stories Issue 1