Top

Nessuna spam, solo il meglio dal mondo Flos e del design, te lo promettiamo.

Filtra per designer
Tutti,
Filtra per famiglia
Tutti,
flos_stories_formafantasma_WireRing_01

Our tool for designing

Flos racconta la storia di Andrea e Simone, dalla passione per il design alla loro vita quotidiana ad Amsterdam, scoprendo ciò che ruota attorno alla realtà di Formafantasma.

Designers Formafantasma
Places Amsterdam, Eindhoven
Director Van Khokhlov
Art Director Enrico Magistro

flos_stories_formafantasma_WireRing_02

Andrea:

Quando Piero ci ha chiamato, ormai più di sei anni fa, siamo andati ad incontrarlo con delle idee abbastanza astruse e non molto applicabili. Dopo quell’incontro, Simone ed io abbiamo capito che non era ancora il momento, e ci siamo detti che dovevamo prenderci del tempo, perché la luce è un materiale difficile da manovrare, da manipolare. Volevamo capire quale fosse la sua essenza, quindi abbiamo impiegato due anni pieni ad esplorare la luce in tutti i modi, dal fuoco all’ultima lampada LED uscita, e quello è stato un esercizio importante per noi, per poter approcciare Flos.

Simone:

Probabilmente noi siamo dei designer anomali: siamo appassionati di oggetti ma non necessariamente di design, per cui non ci sono infinite aziende con cui vorremmo lavorare. Sicuramente Flos era una di quelle con cui cominciare.

flos_stories_formafantasma_WireRing_03
"La cosa interessante nel creare design con la luce, è che il progetto non riguarda tanto il disegno di un oggetto ma piuttosto il disegno della luce stessa. Poter lavorare con un materiale così astratto è sicuramente una delle cose più interessanti e che ci affascina di più."
flos_stories_formafantasma_WireRing_04

La parte verbale, la discussione, è la parte centrale del nostro lavoro. La cosa bella del lavorare in coppia è che il risultato finale è uno splendido compromesso tra due pensieri.

flos_stories_formafantasma_WireRing_05
flos_stories_formafantasma_WireRing_06
flos_stories_formafantasma_WireRing_07
flos_stories_formafantasma_WireRing_08

Andrea:

L’aver vissuto per più di dieci anni in Olanda ci ha fatto riscoprire un po’ le nostre radici. In Italia sei sempre circondato da meravigliose architetture, da fantastiche mostre sul passato; abbiamo un po’ questo heritage che non riusciamo a scrollarci di dosso. L’essere venuti qua ci ha fatto riguardare indietro, al nostro patrimonio artistico, alle nostre provenienze; ci ha fatto riscoprire quanto vi sia di bello nei luoghi da cui veniamo.

Secondo un altro dei famosi cliché, la creatività ha bisogno di stimoli continui, ma vivendo in un mondo dove le connessioni sono molto veloci, sia dal punto di vista digitale che fisico, nessuno ha più davvero bisogno di vivere in una metropoli. Per noi Amsterdam è il luogo ideale; non parlando nemmeno olandese, lo percepiamo come fosse un white canvas, uno spazio dove ci possiamo concentrare, dove non abbiamo rumori.

 

flos_stories_formafantasma_WireRing_13
"Da quando ci siamo conosciuti, da quando abbiamo cominciato a lavorare insieme, a pensare insieme, ci siamo resi conto che tutto quello di cui parlavamo aveva a che fare con il design."
flos_stories_formafantasma_WireRing_14
flos_stories_formafantasma_WireRing_09
flos_stories_formafantasma_WireRing_10
flos_stories_formafantasma_WireRing_11
flos_stories_formafantasma_WireRing_12

Simone:

In Formafantasma, io sono quello casinaro e Andrea è quello che prende le decisioni, quello che mantiene il tempo, quello che sa benissimo quando abbiamo una consegna. Lavorare insieme ci lascia in equilibrio, dandoci la possibilità di essere allo stesso tempo molto precisi, e molto liberi. E’ il bilanciamento delle due cose, secondo noi, la chiave di Formafantasma.

Litighiamo tantissimo come designer, ma va bene così. Ma lo facciamo ovviamente in modo istintivo, e molto bonario. La parte verbale, la discussione, è la parte centrale del nostro lavoro. Noi non siamo designer che disegnano, siamo designer che discutono del lavoro.

Andrea:

Spesso le persone ci chiedono ‘quali sono le vostre ispirazioni, qual è lo strumento che utilizzate per disegnare’. Noi diciamo che il nostro tool for designing sono le parole, noi parliamo, parliamo, parliamo, parliamo e scriviamo, il disegno è l’ultima cosa che facciamo. Infatti molti dei nostri oggetti partono da forme esistenti, o in generale non sono mai legati ad un disegno, sono sempre frutto della discussione che abbiamo tra di noi.

 

Designers Formafantasma
Places Amsterdam, Eindhoven
Director Van Khokhlov
Art Director Enrico Magistro