Top

Nessuna spam, solo il meglio dal mondo Flos e del design, te lo promettiamo.

Filtra per designer
Tutti,
Filtra per famiglia
Tutti,
26.05.19

Flos e Michael Anastassiades creano un’installazione speciale di String Light per la mostra “Stairway to Nowhere” di Goshka Macuga

Allestita presso la Kestner Gesellschaft di Hannover, la mostra si focalizza sul Bauhaus in occasione del suo 100° anniversario.
_DSC8677
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8708
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8691
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8746
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8729
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8837
Michael Anastassiades, Arrangements Installation. Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8008
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
_DSC8777
Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft
Installationsansicht-Goshka
Goshka Macuga, Kabinett der Abstrakten (after El Lissitzky). Photo Raimund Zakowski, courtesy Kestner Gesellschaft

Flos è fiera di collaborare con Michael Anastassiades e l’artista polacco-britannica Goshka Macuga per la spettacolare installazione composta da lampade String Light presente nella mostra personale di Macuga “Stairway to Nowhere”. Allestita a Hannover presso l’importante associazione artistica Kestner Gesellschaft, la mostra si focalizza sul Bauhaus, la celebre scuola di arte, architettura e design, in occasione del suo 100° anniversario.

In tutto l’edificio si possono ammirare installazioni, sculture, opere tessili e collage realizzati da Goshka Macuga. L’artista ha anche collaborato con il lighting designer Michael Anastassiades, creando nuove opere pensate appositamente per questa mostra. Spesso le creazioni di Anastassiades esaltano l’interazione e il dialogo tra il progetto di luce e il contesto spaziale e sociale in cui si colloca. Fedele a questa idea, il designer ha sviluppato un’installazione luminosa ispirata a “Figur und Raumlineatur” di Oskar Schlemmer (1924). In questo disegno, Schlemmer analizzò il dualismo tra la tela bidimensionale e un palcoscenico tridimensionale, esplorando le possibilità di movimento all’interno dello spazio teatrale. L’installazione luminosa si basa su String Light, una lampada sviluppata per Flos nel 2014, che in questo caso si estende fino a coinvolgere l’intera sala espositiva. Il punto focale dell’installazione – che crea l’impressione di una linea tracciata a matita nello spazio – sono le tre sedie progettate dai direttori del Bauhaus, Walter Gropius, Hannes Meyer e Ludwig Mies van der Rohe.

Anastassiades ha inoltre lavorato a un’altra installazione basata su Arrangements, un prodotto sviluppato per Flos nel 2018, che qui viene concepito come una grande tenda luminosa. Attraverso la figura di Anastassiades, i cui lavori rappresentano l’anello di congiunzione tra design e arte, Macuga persegue i principi della collaborazione e dell’interdisciplinarità: oltre ad avere un ruolo chiave nella produzione di entrambi, questi due elementi sono stati anche parte integrante dello storico Bauhaus.

Oggi il Bauhaus viene spesso percepito come un’entità coesa, come l’emblema di un design cristallino; Macuga cerca invece di illustrare artisticamente le mutevoli posizioni ideologiche e le varie strumentalizzazioni politiche del Bauhaus, da una prospettiva storica e attuale.

Goshka Macuga è nata nel 1967 a Varsavia, in Polonia. Oggi vive e lavora a Londra, dove si è laureata presso la Central Saint Martins School of Art e il Goldsmiths College. Nel 2008 è stata candidata al prestigioso Turner Prize. Le sue opere sono state esposte presso numerose istituzioni in Germania e nel mondo, tra cui il Neues Museum di Norimberga (2018), l’Hamburger Bahnhof di Berlino (2018), il Witte de With di Rotterdam (2017), la Fondazione Prada di Milano (2016), il New Museum di New York (2016), lo Schinkel Pavillon di Berlino (2016), Documenta 13 (2012) e la Biennale di Venezia (2009).

Goshka Macuga | Stairway to Nowhere
Curatori: Lea Altner e Christina Végh
24 maggio – 4 agosto 2019
Kestner Gesellschaft
Hannover, Germania